L’asilo parrocchiale, già esistente nel nucleo ottocentesco di Tresigallo, è stato asservito ai fini del nuovo assetto urbano che lo vede come conclusione prospettica di Viale Roma.

Nel ‘33 la facciata è stata impreziosita con un portale di ingresso su cui spicca il balcone con bassorilievo raffigurante il Sacrario ai Caduti. 

Interessante la scritta sotto alla balconata a ricordo dei soldati italiani della prima guerra mondiale, la quale dice “Il sacrificio degli eroi arde perenne”. 

Nella parte superiore del portale sono ancora visibili la data di realizzo (XIV EF, quattordicesimo anno dell’era fascista, quindi 1936) delimitata da due bassorilievi raffiguranti due spade (col rispettivo manico rassomigliante ad una testa d’aquila) e, sopra di queste, iconografie dell’epoca (pale da lavoro, un libro aperto con segnalibro, due fucili).

Il lato dell’Asilo fu arricchito da un elegante porticato, in risposta a quello frontale della chiesa.

Cadenza il cornicione del porticato una lunga sequenza di lapidee formelle in bassorilievo legate ad un’iconografia militare.

 

Sul lato sinistro un interessante bassorilievo con simbologie.